9 marzo 2017

Assistenza accademica

Il collegio si propone di creare le condizioni migliori affinchè ogni studente possa affrontare con successo il percorso di studi prescelto.

Gli studenti sono di anno in anno chiamati a discutere il loro piano di studi con il direttore e a verificarne continuamente la realizzazione.

Il primo anno di università costituisce un momento particolarmente delicato nella carriera dello studente: cambia la didattica, il rapporto con i docenti, il metodo di studio e spesso la mole di lavoro. Pertanto per accompagnare lo studente e consentirgli di affrontare serenamente l’inizio della sua carriera il collegio offre una serie di opportunità che consentono allo studente di dedicarsi con maggiore consapevolezza all’impegno dello studio.

In particolare si organizzano dei corsi interni tenuti da laureati e dottorandi sulle materie più importanti del primo anno, con possibilità di approfondimenti e esercitazioni su specifici argomenti. Inoltre le matricole delle facoltà scientifiche il collegio organizza una settimana di precorsi su argomenti di carattere matematico propedeutici a tutti i corsi di laurea. La convivenza degli studenti con gli assistenti rende questo scambio di informazioni capillare e tempestivo ogniqualvolta se ne presenti la necessità, anche al di fuori dei corsi istituzionali.

Il collegio naturalmente non vuole essere un doposcuola e ogni lezione mira piuttosto all’apprendimento di un metodo di studio, che consenta allo studente di essere indipendente nel prosieguo della carriera accademica, piuttosto che alla ripetizione delle nozioni già contenute nelle lezioni universitarie.

Inoltre la possibilità che la convivenza in collegio offre ad ogni studente di condividere gli impegni di studio con altri studenti della stessa facoltà, dello stesso anno di corso, o dei corsi successivi, favoriscono la creazione di una positiva solidarietà di gruppo e occasioni di reciproco aiuto lungo tutto il corso degli studi, che costituiscono il più efficace strumento di assistenza accademica.